GHOST BATH – La nuova canzone ‘Ambrosial’

228425_ghost_bath2_2

I black metaller atmosferici GHOST BATH pubblicheranno il nuovo album “Starmourner” il 21 aprile su Nuclear Blast/Warner. Il disco è stato registrato, mixato, masterizzato e prodotto da Josh Schroeder (BATTLECROSS, STILL REMAINS), mentre della copertina si è occupata Luciana Nedelea (ENBILULUGUGAL, FOEHAMMER).

Oggi i GHOST BATH svelano la nuova canzone ‘Ambrosial’. Il cantante senza nome dichiara: “’Ambrosial’ è una delle canzoni più surreali dell’album. Il finale induce quasi alla trance. Dal vivo è bestiale”.

Il primo singolo, ‘Thrones’, è disponibile di seguito:

I pre-ordini sono già attivi: http://nblast.de/GhostBathStarmourner

Chi pre-ordina il disco in digitale riceverà immediatamente il download di ‘Thrones’ e ‘Ambrosial’:

I-Tunes: http://nblast.de/GhostBathStarmournerIT
Amazon: http://nblast.de/GhostBathStarmournerAZ
GooglePlay: http://nblast.de/GhostBathStarmournerGP

I GHOST BATH saranno in tour in Europa a maggio:

GHOST BATH
(con KATATONIA, THE GREAT DISCORD)
07.05. UK Leeds – The Brudenell
08.05. UK Bristol – The Marble Factory
09.05. UK Wolverhampton – Slade Rooms
10.05. UK Southampton – Engine Rooms
11.05. UK Manchester – Sound Control
12.05. UK Glasgow – Garage
13.05. UK Belfast – Limelight 2
14.05. IRL Dublin – Academy

24.06. D Munich – Saint Helena Festival
16.-18.06. F Clisson – Hellfest

Fin dalla loro nascita, i GHOST BATH hanno suonato un black metal atmosferico basato su depressione, tragedia, sofferenza, e piaceri terreni. “Starmourner”, il secondo disco di una trilogia, porta queste tematiche a più alti livelli. Esplora la gioia anziché la tristezza, il paradiso al posto del purgatorio, e il cosmo anziché la terra. E cosa ancora più importante esplora l’estasi al posto della tragedia, come emozione umana di base. Con i suoi oltre settantadue minuti di black metal pesante, melodico e drammatico, questo è il lavoro più ambizioso dei GHOST BATH.

Il nome GHOST BATH fa riferimento all’atto del suicidio attraverso la completa immersione del corpo sott’acqua. La band scrive e crea sulla base del presupposto che la musica è un’estensione della propria anima. Essi viaggiano attraverso il dolore e la tristezza, ma lasciano un barlume di speranza. Descrivono sia una profonda angoscia sia paesaggi sonori angelici che colpiscono sicuramente l’ascoltatore.
La band ha esordito a ottobre 2013 con l’EP omonimo su Solitude Productions, seguito dal debutto “Funeral” (Pest Productions, 2014). Il disco “Moonlover” è stato pubblicato ad aprile 2015 su Northern Silence Productions, di cui Nuclear Blast ha realizzato una ristampa a giugno 2016.